CHE VUOI DA ME!

Che vuoi da me
se al posto dell’Amore
mi hai regalato solo un’illusione!
Non ho mai chiesto niente
non ho mai detto ”voglio!”
Ti regalavo il mondo
per fare spazio a te!
Che vuoi da me!
Vivevo di parole
mi riscaldavo al sole
per poi spogliarmi in fretta
e riscaldare te…
che vuoi da me!
Quando dicevo ”basta!”
ti risentivo addosso
col gusto maledetto di soddisfare te.
Che vuoi da me!

Adesso “voglio”
che tu mi faccia urlare
piangere e ancora urlare
in questo letto
adesso
per far piacere a me.
Quando sarò sicura
che quello che ti do
è l’illusione di una svogliatura,
allora me ne andrò
lasciando sul tuo corpo
nei pori della pelle
mischiato al tuo sudore
l’odore di una donna
che non ti vuole più.
Che vuoi da me
se al posto dell’amore
mi hai regalato
soltanto un’illusione!

TI CERCHERO’

Ti cercherò dove quel sole
affonda le radici nel suo mare:
è quella l’ora in cui vorrei capire,
toccare questo nostro strano Amore.

Ti cercherò quando la luna
sorriderà alla stella più lontana,
che illumina una strada, la più scura,
cercando la Pietà che si è perduta.

Ti cercherò là dove il vento
finisce la sua corsa intorno al mondo,
in quel silenzio rotto dal silenzio,
urlerò al vento questo mio tormento.

Ti cercherò sul campanile
della piccola chiesa abbandonata,
là dove la Pietà è sopravvissuta
l’Amore toccheremo e in quel momento
con me tu piangerai
come un bambino quando viene al mondo:
è finalmente vivo o non lo sa.